Per avere la possibilità di riconnettersi con i propri visitatori, di norma tutti i siti web includono un modulo di contatto o di iscrizione, che gli utenti possono compilare con i propri dati. Tuttavia, molto spesso i visitatori abbandonano la pagina prima ancora di arrivare a compilare un modulo. Esiste un modo per recuperare questa perdita di contatti? Sì, e si chiama retargeting di Facebook.

In questo articolo, esamineremo come il retargeting di Facebook permette di mostrare i tuoi annunci a utenti che hanno già visitato il tuo sito web. Lo strumento utilizza l’apprendimento automatico avanzato per raggiungere e reindirizzare automaticamente le persone che hanno visitato il tuo sito in precedenza.

Cos’è il retargeting di Facebook?

Il retargeting è un metodo pubblicitario online utilizzato per mostrare annunci alle persone che in precedenza hanno visitato il tuo sito web. Questi annunci appaiono al tuo pubblico attraverso le piattaforme di Facebook, tra cui Instagram e la loro Audience Network e sono un modo eccellente per personalizzare i tuoi sforzi di marketing di Facebook.

Cosa vedrà il tuo pubblico? Idealmente servirai contenuti personalizzati destinati a catturare rapidamente l’attenzione della persona, come l’immagine di un prodotto che ha visualizzato di recente.

Remarketing e retargeting

Potresti aver già sentito parlare del termine “remarketing”. Anche se sembra simile al retargeting, questi sono due modi diversi per pubblicizzare su Facebook:

Il remarketing è il processo di inviare via email agli ex clienti offerte o informazioni pertinenti per riportarli sul tuo sito.

Il retargeting è il processo di visualizzazione di annunci accattivanti e pertinenti ai visitatori precedenti per incoraggiarli a riprendere da dove avevano interrotto un percorso d’acquisto o ad effettuare un altro acquisto.

Perché gli annunci di retargeting di Facebook sono così efficaci?

Puoi usare una pagina aziendale di Facebook per promuovere il tuo sito web gratuitamente. Gli utenti di Facebook trascorrono, in media, 38 minuti sulla piattaforma ogni giorno, offrendo una grande finestra di opportunità per raggiungere ex visitatori e clienti.

Si rivolgono a persone che sono già state sul tuo sito

Ancora più importante, gli annunci di retargeting differiscono dagli annunci Facebook standard. L’esecuzione di annunci online può essere difficile. Devi conoscere il tuo pubblico e, soprattutto, come utilizzare i parametri della piattaforma pubblicitaria per raggiungerli.

Con il retargeting, i tuoi annunci sono mirati alle persone che sono state sul tuo sito, conoscono il tuo marchio e hanno già mostrato interesse per le tue offerte.

Gli annunci sono personalizzati e, quindi, più coinvolgenti

Probabilmente hai visto un annuncio di retargeting su Facebook o altre piattaforme: un’immagine o una descrizione del prodotto familiare che hai visualizzato solo pochi giorni fa appare come annuncio e ti fermi a prenderne atto. Ti ricordi che non hai completato il processo di checkout perché hai lasciato la tua carta di credito nell’altra stanza. Ora, con il portafoglio sulla scrivania, torni indietro e completi l’acquisto.

Per molti dei tuoi ex visitatori, un annuncio personalizzato potrebbe attirarli di nuovo sul tuo sito.

Gli annunci di retargeting possono essere utilizzati per aumentare le vendite di nuovi articoli

Puoi anche utilizzare gli annunci di retargeting per promuovere articoli correlati, offerte interessanti e nuove versioni di prodotti ai clienti precedenti. Basta segmentare il tuo pubblico in base alla cronologia degli acquisti per mostrare loro un annuncio che corrisponda ai loro interessi.

Gli annunci di retargeting migliorano la brand awareness

La tua azienda potrebbe dover interagire fino a otto volte con un potenziale cliente prima che arrivi ad acquistare sul tuo sito. Aiuta a mantenere il tuo marchio nella sua mente con annunci retargetizzati che compaiono di tanto in tanto. Anche se un annuncio non attiva un acquisto, il flusso di esposizione del marchio può influenzare la loro decisione in seguito.

Il retargeting può riportare visitatori, clienti e clienti dei tuoi concorrenti

Mentre gli annunci di retargeting di Facebook possono ricordare ai visitatori una tantum il tuo sito, puoi anche usarli per riconnetterti con i clienti precedenti. Basta rivolgersi alle persone che hanno eseguito un’azione specifica, come l’acquisto di un prodotto o l’acquisto di un abbonamento.

Puoi anche indirizzare persone provenienti da profili demografici o comportamentali simili, o anche coloro che hanno visitato i siti web dei tuoi concorrenti.

Come funziona il retargeting?

Poiché i tuoi annunci si rivolgeranno ai visitatori o ai clienti precedenti del sito web, Facebook deve sapere chi sono. Il retargeting utilizza questi metodi tecnici:

pixel (cookie)

Quando qualcuno visita il tuo sito web, il tuo sito inserisce un cookie nel proprio browser o un piccolo pixel di dati che consente ai proprietari di siti web di tracciare i visitatori e saperne di più su di loro. Per il retargeting, il pixel fornisce preziose informazioni sul comportamento del sito di un visitatore, comprese le pagine o i prodotti che hanno visitato.

Facebook Advertising sincronizza queste informazioni con il tuo account per scegliere a chi scegliere come target. Qui hai due opzioni:

Retargeting comportamentale, che raggiunge le persone che hanno già visitato e interagito con il tuo sito.

Retargeting contestuale, che raggiunge persone con abitudini e preferenze simili al tuo pubblico, ma su altri siti.

Tieni presente che con il retargeting comportamentale, Facebook può raggiungere solo le persone che hanno visitato il tuo sito. Quindi, se i tuoi numeri di traffico sono bassi, inizia con annunci standard incentrati sull’acquisizione di nuovi visitatori.

Con informazioni di contatto (elenchi)

Se usi moduli, checkout o pagine di destinazione per raccogliere le informazioni di contatto dei visitatori, puoi importare quegli elenchi personalizzati in Facebook. La piattaforma identificherà quindi quali indirizzi e-mail o numeri di telefono corrispondono agli utenti esistenti e pubblicherà loro annunci pertinenti.

La migliore pratica con questa opzione è caricare elenchi di contatti segmentati piuttosto che la tua lista principale e quindi creare annunci pertinenti in base ai loro dati demografici e al precedente coinvolgimento del marchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close
type characters to search...
close

Vuoi farci una domanda?